top of page

Il passaggio generazionale dell'impresa: il patto di famiglia

Il patto di famiglia è una figura giuridica introdotta per facilitare la trasmissione di imprese e partecipazioni societarie all'interno della famiglia, con l'obiettivo di preservare la continuità aziendale attraverso le generazioni. Questo strumento consente all'imprenditore di selezionare uno o più discendenti come successori, trasferendo loro l'azienda o le quote societarie in modo pianificato e con il consenso degli altri eredi, che vengono adeguatamente compensati per rinunciare ai loro potenziali diritti successori sull'azienda.

Il patto di famiglia si configura come un contratto che, per essere valido, deve essere stipulato mediante atto pubblico notarile. Questa caratteristica sottolinea l'importanza di una corretta formalizzazione giuridica dell'accordo, garantendo trasparenza e certezza legale a tutti i soggetti coinvolti. La legge prevede che, oltre al trasferimento dell'azienda o delle partecipazioni, gli eredi che non ricevono direttamente l'azienda vengano compensati, preservando così l'equilibrio all'interno della famiglia e prevenendo future dispute.

Per esemplificare, immaginiamo una situazione in cui un imprenditore desideri trasferire la propria impresa a uno dei figli più inclini e preparati alla gestione aziendale. Il patto di famiglia gli permette di farlo in modo strutturato, coinvolgendo gli altri figli nell'accordo e compensandoli adeguatamente, evitando così possibili conflitti futuri.

Dal punto di vista normativo, il patto di famiglia è regolamentato dagli articoli 768-bis e seguenti del codice civile, introdotti con la legge 14 febbraio 2006, n. 55. Questi articoli dettagliano le modalità di trasferimento, i soggetti coinvolti, le condizioni di validità dell'atto e le procedure di liquidazione dei diritti degli altri eredi. In particolare, l'art. 768-sexies tutela la posizione dei legittimari che, non avendo partecipato al patto, possono richiedere ai beneficiari del contratto una compensazione adeguata, assicurando così che tutti i potenziali eredi siano trattati equamente.

Il patto di famiglia rappresenta quindi uno strumento di pianificazione successoria estremamente efficace per le imprese familiari, consentendo di gestire il passaggio generazionale in modo ordinato, prevedibile e conforme alle volontà dell'imprenditore. La sua corretta applicazione richiede una comprensione approfondita delle dinamiche familiari e aziendali, nonché una precisa formalizzazione legale, per cui l'intervento di un professionista, come il notaio, diventa fondamentale per guidare le famiglie attraverso questo processo delicato e complesso.



Articolo composto con l'ausilio di IA appositamente formata dal proprietario del blog.



16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


BLOG DEL NOTAIO GIUSEPPE LEVANTE

bottom of page